cronaca

Riqualificazione dell’ex stadio, gara al via

riqualificazione-dell’ex-stadio,-gara-al-via

NERETO. La documentazione necessaria per l’appalto dell’auditorium che sorgerà nell’ex campo sportivo Romeo Menti di Nereto è completa e sarà la Regione Abruzzo, attraverso la propria centrale unica…

NERETO. La documentazione necessaria per l’appalto dell’auditorium che sorgerà nell’ex campo sportivo Romeo Menti di Nereto è completa e sarà la Regione Abruzzo, attraverso la propria centrale unica di committenza, a svolgere la gara d’appalto, essendo l’importo dei lavori sopra al milione di euro. L’iter dovrebbe essere perfezionato nei prossimi giorni e la conclusione della gara d’appalto con affidamento dei lavori dovrebbe avvenire prima della fine dell’anno. Il cronoprogramma dei lavori prevede la riconsegna dell’opera per settembre prossimo.

Dunque, si entra nella fase della concreta realizzazione del centro culturale polivalente che il sindaco di Nereto, Daniele Laurenzi, annuncia che sarà intitolato ai giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Insieme all’hub culturale, ossia un auditorium da 400 posti a sedere, sarà effettuata anche la riqualificazione di un’area che versa nel più totale abbandono. Il progetto è stato finanziato con i fondi Masterplan della Regione e con contributi della Fondazione Tercas.

L’amministrazione comunale sta procedendo, inoltre, a riqualificare la zona attigua al costruendo auditorium dove hanno sede il distretto sanitario di base e la scuola media, utilizzando i fondi ministeriali pari a 140mila euro. Saranno abbattute le barriere architettoniche realizzando un marciapiede nuovo, ci sarà il rifacimento dell’asfalto con la realizzazione di stalli di sosta a spina pesce proprio sul lato dell’ex campo sportivo Romeo Menti che si affaccia sul distretto sanitario di base.

Il sindaco Laurenzi, padre della prima stesura progettuale di riconversione del campo sportivo di via Veneto (era il 2014) punta su uno spazio destinato ad ospitare eventi, convention e non solo che sarà il più grande della Val Vibrata. La struttura avrà un proscenio capace di accogliere spettacoli, band, gruppi teatrali con un’altezza idonea per allestire strutture audio-luci e scenografie come normalmente si fa negli spazi aperti.

Alex De Palo

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: