pescara

Comuni, la mappa dei casi Teramo e L’Aquila in testa 

comuni,-la-mappa-dei-casi teramo-e-l’aquila-in-testa 

Il virus in cento località dall’inizio di settembre: a Pescara l’epidemia scende

di Daniele Berardi

Teramo e L’Aquila. I due capoluoghi di provincia sono le città che hanno fatto registrare il maggior numero di contagi nei primi 21 giorni di settembre. Lo rivelano i dati ufficiali, una mappa (pubblicata in alto) che riporta tutte le località abruzzesi con almeno tre casi di positività al Covid-19. Un elenco che ha ormai raggiunto 100 città e paesi, per un totale di 1.485 casi nelle ultime tre settimane. Ciò dimostra come il virus stia continuando a circolare in Abruzzo, seppur con intensità diversa a seconda delle aree geografiche. Colpisce, infatti, il divario netto che separa i Comuni capoluogo, in vetta alla classifica dall’inizio del mese, dal resto delle località con tre casi o più. Non mancano, però, le note positive come Pescara, che torna a registrare contagi a due cifre dopo gli oltre 200 casi nell’arco dello stesso periodo ad agosto.

TERAMO

SVETTA

Spetta a Teramo il triste primato nella classifica dei Comuni abruzzesi con più casi Covid da inizio settembre. Sono 113, due in più dell’Aquila. Teramo è anche il Comune con più contagi nell’ultima settimana (36 positivi dal 15 al 21 settembre). Ma analizzando i numeri fino in fondo esce fuori un dato più confortante: se dal 1° al 7 settembre i casi a Teramo sono stati 43 (città con il più alto numero di casi), dall’8 al 14 settembre sono stati 9 in meno (34), e la situazione si è tenuta stabile anche negli ultimi sette giorni (con 36 casi, appunto). L’Aquila è seconda per contagi anche negli ultimi sette giorni, ma con un divario leggermente più accentuato rispetto al dato su tre settimane (29 casi, 7 in meno di Teramo).

L’EPICENTRO

DEL CONTAGIO

I numeri di settembre confermano un altro aspetto interessante: l’epicentro del Covid, in Abruzzo, si è definitivamente spostato nel Teramano. In tal senso, spicca il dato di Martinsicuro, che ha fatto registrare ben 47 casi nelle ultime tre settimane e ha anche scalzato Giulianova come primo Comune non capoluogo per contagi Covid da inizio mese. Spiccano anche i 39 casi positivi di Roseto e i 37 di Giulianova. La presenza di questi Comuni, tra le prime dieci località più colpite, sottolinea quanto il Teramano sia al momento l’effettivo epicentro del virus in Abruzzo.

L’ULTIMA

SETTIMANA

Preoccupa il dato di Celano (16 casi solo negli ultimi sette giorni). Ma anche altri Comuni fanno registrare aumenti notevoli: Luco dei Marsi (+11) e Sant’Egidio alla Vibrata (+10), solo nell’ultima settimana. È interessante notare anche che, mentre nei dati dal 1° settembre dominano i Comuni della provincia di Teramo (tra i primi dieci più colpiti) nell’ultima settimana, invece, il piatto della bilancia pende tutto dalla parte dell’Aquilano, che ne vanta addirittura cinque su dieci.

IL DATO

POSITIVO

Non mancano le note positive, però. A Pescara, infatti, il trend dei contagi sta lentamente scendendo. Il capoluogo costiero, infatti, ha fatto registrare 96 casi da inizio settembre, tenendo il numero dei contagi sotto le tre cifre dopo i 225 registrati nei primi 24 giorni di agosto. Migliorano anche i casi nella provincia: tra le dieci città più colpite, nell’ultima settimana, soltanto una è del Pescarese. È un altro segnale di come l’epicentro del virus si sia definitivamente spostato. Prosegue, inoltre, il trend positivo di Chieti, che ha fatto registrare 19 casi dall’inizio del mese e solo sette nell’ultima settimana. Numeri in miglioramento anche per quanto riguarda Lanciano, con 25 casi dal 1° settembre e solo 6 negli ultimi sette giorni.

IL CASO

TRASACCO

Spiccano in negativo i dati del Comune di Trasacco (in provincia dell’Aquila), che conta poco meno di 6mila abitanti e, nell’arco dell’ultima settimana, ha fatto registrare ben 17 casi di Covid. La situazione è abbastanza preoccupante guardando anche il dato complessivo di questo piccolo Comune: ben 32 contagiati in sole tre settimane a settembre.

LA DIFFUSIONE

DEL VIRUS

Il virus non fa eccezioni e le 100 località abruzzesi con più di tre casi lo dimostrano. Ma è importante segnalare che i Comuni della provincia di Chieti sono quasi completamente usciti dalla classifica dei dieci più colpiti. Considerando i dati dall’inizio del mese, infatti, c’è solo Francavilla (peraltro in nona posizione), stesso discorso tenendo conto solo dell’ultima settimana.

LA SITUAZIONE

SULLA COSTA

La morsa del virus non intende allentare nelle località costiere, nonostante la stagione estiva sia ormai giunta al termine. Detto di Roseto e Giulianova, bisogna notare che ben sei Comuni, tra i primi dieci più colpiti da inizio mese, si trovano sulla costa. Ma il martello del virus non colpisce in maniera omogenea sul mare, tant’è vero che Vasto è scivolata al 51° posto (con soli 8 casi in tre settimane) e anche i dati di settembre a Pineto (8) e Silvi (6) sono molto confortanti.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: