attualità

Ferrovia fino al porto, opera da 20 milioni 

ferrovia-fino-al-porto,-opera-da-20-milioni 

Vertice in Regione sull’ultimo miglio tra stazione e scalo di Punta Penna: approvato il primo progetto

VASTO. Costerà 20 milioni di euro costruire il nuovo binario tra la stazione ferroviaria e il porto di Punta Penna. È stato approvato ieri mattina il progetto di prefattibilità dell’ultimo miglio ferroviario che permetterà ai colossi industriali e alle aziende del territorio di puntare sui trasporti via mare: caricare e scaricare le merci direttamente in porto, eliminando il trasporto su gomma. Il progetto muove i primi passi.

La Regione ha confermato la disponibilità di fondi per l’esecuzione dei lavori. Per la Regione, alla riunione c’erano il sottosegretario alla presidenza con delega ai trasporti, Umberto De Annuntiis, ed Etelwardo Sigismondi.

Ora sono in corso studi preliminari per stabilire se realizzare i binari verso il molo martello. In fase di studio preliminare anche l’ampliamento della banchina e il nuovo progetto di modellazione della navigazione che raddoppierà il bacino. I risultati dello studio saranno pronti ad ottobre. Il porto cambierà volto: saranno demolite alcune costruzioni presenti sul lungomare Marinai d’Italia e un serbatoio. Tutti gli enti hanno dato parere favorevole.

L’ultimo miglio ferroviario prevede una galleria all’altezza del ristorante Ferri all’ingresso del porto e poi la prosecuzione in superficie su viale Marinai d’Italia. A monte un muro di contenimento. Per il Comune ha partecipato il vice sindaco e assessore ai lavori pubblici Giuseppe Forte: «Siamo soddisfatti», ha detto Forte al termine dell’incontro, «è importante che tutti gli enti siano d’accordo. A ottobre dovremo fare un altro importante passo in avanti verso la realizzazione di un’opera che alleggerirà il traffico e consentirà alle industrie di ridurre notevolmente i costi di trasporto. Quanto sia importante l’opera è facile comprenderlo».

Al tavolo di ieri il componente del Comitato portuale, l’ingegnere Roberto Laghezza, responsabile della direzione commerciale, sviluppo e commercializzazione territoriale centro studi Adriatica di Rfi, e i colleghi Lorenzo D’Incecco e Maurizio Pagliaro. Per la Provincia hanno partecipato gli ingegneri Nicola Pasquini e Paola Campitelli. Presente al vertice anche il nuovo comandante del Circomare di Punta Penna, il tenente di vascello Stefano Varone. (p.c.)

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: