cronaca

Prende a bastonate la convivente 

prende-a-bastonate-la-convivente 

Teramano a giudizio: avrebbe anche minacciato di far violentare la donna e le figlie

TERAMO. L’accusa è di quelle pesantissime: aver maltrattato la compagna davanti alle figli minori arrivando a minacciarla di far violentare lei e le ragazze «da alcuni amici miei». È con un giudizio immediato chiesto e ottenuto dalla Procura (pm titolare del fascicolo Enrica Medori) che un 41enne teramano va a processo. Con l’accusa anche di aver preso a bastonate la donna.

Nel capo d’imputazione la Procura ricostruisce i passaggi di un’altra drammatica storia di violenze in famiglia. Per il pm l’uomo avrebbe «maltrattato la compagna convivente e le figlie di quest’ultima nate da una precedente relazione sottoponendole di continuo a comportamenti ingiuriosi, prevaricatori e vessatori tali da rendere il rapporto familiare abituale fonte di sofferenze». E continua: « In particolare assumendo costantemente un contegno aggressivo nei confronti della compagna e delle due sue figlie, anche a causa del consumo assiduo e smodato di sostanze alcoliche, provocava frequentemente violenti litigi per futili motivi ovvero per ridurre al silenzio la donna e le sue figlie qualora provassero a contestarne i comportamenti: rivolgeva ingiurie minacce gravi alla compagna “io ti ammazzo”, faccio venire i miei amici di Pescara per far stuprare te le tute figlie, conosco tanti deliquenti. Pronunciava pesanti offese alle figlie di cui contestava l’educazione con modi brutali e continue intimidazioni; si vantava con la donna di essere un delinquente e di non aver paura delle istituzioni». Secondo l’accusa in alcuni occasioni avrebbe preso a schiaffi e pugni la donna in strada con l’intervento dei passanti in aiuto della compagna fino all’arrivo della polizia.

E in un’altra occasione, sempre secondo l’accusa ricostruita dalla Procura, avrebbe sfondato la porta dell’abitazione, che la donna aveva chiuso a chiave, riuscendo ad entrare nell’abitazione e a colpirla con un bastone. Questo sarebbe successo dopo che la donna gli aveva annunciato l’intenzione di interrompere la relazione sentimentale. Per questi fatti l’uomo è stato anche destinatario di una misura di divieto di avvicinamento alla donna.(d.p.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: