cronaca

Molestie sulle donne, “basta sensi di colpa per le vittime”: parte la campagna social

molestie-sulle-donne,-“basta-sensi-di-colpa-per-le-vittime”:-parte-la-campagna-social

C’è un unico comune denominatore in calce alle tante storie di chi ha sentito mani non desiderate muoversi sul proprio corpo e sono le notti che passano una dopo l’altra, per anni, senza che si spenga la sensazione di responsabilità. È il senso di colpa per aver subito quella violenza, quella molestia, quell’invasione: un senso di colpa che la vittima assorbe e interiorizza dalle parole dei suoi interlocutori che le insegnano che si, è colpa sua.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: