pescara

Addio a D’Arcangelo, fondatore della Fas 

addio-a-d’arcangelo,-fondatore-della-fas 

È morto a 77 anni il patron dell’azienda di trasporti. Il suo nome legato anche al mondo del calcio a 5

PESCARA. Conosciutissimo nel mondo delle imprese ma anche nello sport, quello del calcio a 5. Conosciutissimo e stimato, benvoluto. Così viene ricordato Nicola D’Arcangelo, 77 anni, presidente del gruppo Fas e prima ancora co-fondatore della Fas Trasporti. La notizia della sua morte, a Modena, si è subito diffusa a Pescara, dove viveva.

Il percorso di D’Arcangelo nel mondo dell’industria è stato decennale e contrassegnato da una crescita progressiva della realtà che aveva creato lui stesso. La Fas era infatti una creatura di D’Arcangelo e Claudio Frullini, due giovanissimi imprenditori che nel 1973 hanno fuso le aziende artigianali, Trasporti Frullini e Trasporti D’Arcangelo. Con il passare degli anni l’azienda ha saputo diversificare l’offerta, affermandosi nel Centro Italia e poi, nel 1991, con la scomparsa di Frullini, D’Arcangelo si è messo alla guida dell’azienda che ha ampliato ancora di più i servizi occupandosi anche di trasporti eccezionali, distribuzione e trasporto intermodale.

Il nome di D’Arcangelo è stato legato anche allo sport, al calcio a 5. È stato sponsor e presidente onorario dell’associazione sportiva Città di Montesilvano e «l’immagine della sua figura dietro alla porta, che era il punto da cui seguiva le partite», è tuttora nitido. «Lascia il ricordo di una gran brava persona, ha fatto del bene a molti». E ripensare a quel periodo vuol dire ripensare alle vittorie. «Ha vinto tutto con noi», dicono il presidente Antonio Iervolino, Nicolino Troilo, e Luciano Mazzocchetti il cui desiderio, con queste parole, è di «salutare D’Arcangelo» per l’ultima volta, dire addio a «Peppino, come lo chiamavamo noi».

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: