cronaca

Per il megaparcheggio dirigenti sotto accusa

per-il-megaparcheggio dirigenti-sotto-accusa

L’AQUILA. La Procura contabile ha citato in giudizio, con posizioni diverse, Pierluigi Marramiero, Mauro Santilli, Danilo Di Costanzo, Antonio Vittorini e Raffaele Natuzzi, nella loro qualità di…

L’AQUILA. La Procura contabile ha citato in giudizio, con posizioni diverse, Pierluigi Marramiero, Mauro Santilli, Danilo Di Costanzo, Antonio Vittorini e Raffaele Natuzzi, nella loro qualità di componenti della società M&P, Mobilità&parcheggi.

Secondo i pm contabili sarebbero responsabili di un danno erariale quantificato in 218mila euro ai danni delle casse del Comune inerenti ai mancati introiti sulle soste automezzi e bus nel parcheggio del terminal Lorenzo Natali di Collemaggio e per quelle a raso in varie zone della città. Tra le contestazioni, ora al vaglio della sezione giurisdizionale per l’Abruzzo della Corte dei Conti, anche un danno da disservizio di 4 mila euro da suddividersi tra i presunti responsabili.

La vicenda si inserisce nell’ambito della battaglia legale tra il Comune e la società che ha gestito le soste al megaparcheggio di Collemaggio e nelle aree a pagamento in città. Due anni fa il Comune decise di trasferire gli atti sulla gestione della struttura alla Procura e alla Corte dei conti. Dal canto suo, la Mobilità&parcheggi aveva inoltrato ricorso al Tar (respinto) contro il provvedimento di rescissione della convenzione.

Secondo i pm contabili si sarebbe concretizzato il «mancato riversamento dei proventi dalla gestione dei parcheggi a pagamento spettanti al Comune, nel periodo 2009/2019, in aperta violazione dalle clausole contenute nella convenzione del 2002 e degli obblighi connessi alla propria qualità di agente contabile». Neppure l’esistenza di eventuali crediti della società per lavori effettuati al megaparcheggio può giustificare, per l’accusa, la compensazione con i corrispettivi dovuti.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: