cronaca

Provincia, approvato il rendiconto 

TERAMO. A maggioranza il consiglio provinciale ieri ha approvato il bilancio consolidato e il rendiconto 2020. Quest’anno l’ente registra un avanzo disponibile di un milione e 636mila euro. Prudenzialmente sono state accantonate risorse ulteriori per far fronte a potenziali spese eccezionali (oltre un milione per i contenziosi) e per le società partecipate (eventuali perdite per 500mila euro). Il milione e 636mila euro, quindi, è interamente disponibile per la spesa sulla base delle scelte che compirà l’amministrazione: «velocemente nelle prossime settimane», sottolinea il presidente Diego Di Bonaventura. Entro la fine dell’anno l’ente dovrà impiegare il Fondo Covid stanziato dal Governo per un milione e 536mila euro.

Il capogruppo della Casa dei Comuni, Mauro Scarpantonio, ha posto in rilievo una serie di opere «incomplete e incompiute», sollevando un problema relativo alle procedure di rendicontazione dell’ente su alcune linee di finanziamento. «Trattandosi di opere che risalgono fino al 2011 sono contento che il consigliere convenga con noi che c’è bisogno di una nuova organizzazione e di un rafforzamento delle strutture: cosa che abbiamo cominciato a fare con la nomina del nuovo dirigente e con i concorsi», ha detto il presidente.

Ieri si è insediato il consigliere Giovanni Luzii, che subentra al dimissionario Alessandro Recchiuti. Vincenzo Di Marco, ex sindaco di Castellalto, rimane ancora in carica nonostante la decadenza da primo cittadino: il consigliere sarebbe comunque in regime di prorogatio fino all’elezione del nuovo consiglio (prevista il 18 dicembre). Di Marco, però, ha annunciato che si dimetterà e a subentrare sarebbe il sindaco di Castilenti Alberto Giuliani.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: