cronaca

False cittadinanze a cittadini sudamericani, nuova udienza

Una lunga udienza preliminare iniziata alle 9.30 e conclusa dopo le 18 quella che si è svolta ieri mattina davanti al gup Lorenzo Prudenzano per la maxi inchiesta sulle presunte cittadinanze false a…

Una lunga udienza preliminare iniziata alle 9.30 e conclusa dopo le 18 quella che si è svolta ieri mattina davanti al gup Lorenzo Prudenzano per la maxi inchiesta sulle presunte cittadinanze false a centinaia di cittadini

sudamericani in alcuni centri del Teramano, in particolare Roseto, Pineto, Notaresco e Castellalto. Per i 25 indagati la decisione è attesa per la prossima settimana quando l’udienza è stata aggiornata per le repliche.

L’inchiesta aperta dalla Procura teramana (pm Stefano Giovagnoni) sulle presunte residenze fittizie per l’ottenimento della cittadinanza tramite naturalizzazione da parte di cittadini brasiliani che vantano avi italiani aveva portato alla notifica di dieci ordinanze di divieto di dimora per altrettanti titolari di agenzie di intermediazione. Le indagini della squadra mobile avrebbero fatto emergere come 690 cittadinanze, richieste dal 2015 al 2017 da altrettanti cittadini brasiliani, sarebbero state rilasciate senza i relativi presupposti.

Sotto accusa sono finiti anche quattro ufficiali di stato civile a cui viene contestato il falso in atto pubblico e l’abuso d’ufficio continuato ed in concorso: ipotesi, quella dell’abuso d’ufficio, contestata nella formula antecedente alla recente riforma. (d.p.)

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: