cronaca

In centinaia per l’addio a Ferretti 

in-centinaia-per-l’addio-a-ferretti 

SILVI. In centinaia ieri a Silvi si sono ritrovati per dare l’ultimo saluto al re delle cravatte Italo Ferretti, scomparso domenica notte all’età di 78 anni. Una folla di amici e dipendenti delle sue aziende, la “Santo Stefano” prima e la “Italo Ferretti” poi, si sono ritrovati ieri mattina nel piazzale antistante la chiesa dell’Assunta in via Roma per stringersi al dolore della moglie Sonia e dei figli Carlo, Giacomo e Federico. Il rito funebre è stato celebrato da don Gaston della parrocchia del quartiere di Santo Stefano, che ha ringraziato Ferretti per aver donato ai fedeli e alla cittadinanza un nuovo campanile per la chiesetta di quartiere oltre ad aver fatto fare a sue spese diverse ristrutturazioni murarie.

La celebrazione è stata allietata dalla corale “Lerario” e dal suono di un organo e un violino. Sull’altare il figlio Carlo, commosso, ha voluto ricordare il padre per le sue capacità imprenditoriali e rivolgendosi verso la bara gli ha detto più volte grazie per averlo spinto a proseguire l’attività di successo nata nel lontano 1970 e affermatasi in tutto il mondo per il pregio e lusso della manifattura. Le creazioni di Ferretti avevano anche entusiasmato l’ex presidente statunitense Donald Trump, che le aveva indossate in diverse occasioni pubbliche. Tanti altri i successi di Ferretti, anche in Inghilterra quando nel 2012 era stato invitato a Londra, alla celebrazione del 175° anniversario dell’Army and Navy Club, in concomitanza con il sessantesimo anniversario del regno di Elisabetta II. (d.f.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA .

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: