cronaca

Prosegue la campagna anti-influenza 

prosegue-la-campagna-anti-influenza 

L’AQUILA . L’Asl è in campo non solo per l’emergenza coronavirus. La macchina organizzativa dell’azienda sanitaria si è messa in moto anche per i vaccini antinfluenzali. Da lunedì sono operative sul territorio provinciale, infatti, tutte le postazioni destinate all’accoglienza dei cittadini che intendono sottoporsi alla vaccinazione contro il virus stagionale, raccomandata soprattutto per il perdurare dell’emergenza legata al Covid-19. La campagna gratuita è partita dagli over 65 e da lunedì prossimo si estenderà anche alle altre fasce d’età. Per le categorie previste dalla legge sarà possibile la doppia vaccinazione contestuale per l’influenza e per il coronavirus. I centri operativi dove gli utenti possono ricevere la somministrazione dei sieri restano quelli di Bazzano e San Vittorino. Intanto, sul fronte del contenimento dei contagi da Covid-19, le farmacie comunali intensificano l’attività con i test rapidi.

Si tratta di un incremento dovuto alle maggiori richieste già pervenute nelle ultime settimane, ma che mira a gestire l’ondata che arriverà in vista di venerdì, quando la certificazione anti-Covid sarà necessaria per l’accesso ai luoghi di lavoro. Stando ai dati illustrati da Alessandra Santangelo, amministratore unico di Afm, la società che gestisce le sei farmacie comunali la richiesta di tamponi antigenici rapidi è cresciuta da una media di 120 settimanali a settembre, a circa 150. «Venerdì, nel primo giorno di entrata in vigore della nuova normativa che prevede il Green pass obbligatorio per tutti i lavoratori ci aspettiamo un picco di richieste». Per affrontare l’impennata la società si avvarrà della collaborazione di personale dedicato, un medico odontoiatra, un’infermiera e una biologa, e di allargare le fasce orarie dedicate, con prenotazioni anche per il sabato, tutto il giorno, e la domenica, ma solo di mattina. «Siamo pronti a questa prova», osserva Santangelo, «cercheremo di evitare sovraffollamenti e ripercussioni negative sull’attività ordinaria». L’Afm, inoltre, continuerà ad affiancare l’Asl nella somministrazione dei vaccini anti-Covid.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: