pescara

Trasporti e tasse, l’Abruzzo al vertice Ue 

trasporti-e-tasse,-l’abruzzo-al-vertice-ue 

Marsilio spiega i suoi piani: sinergie tra Regioni, nuovi corridoi di collegamento e lotta all’elusione

L’AQUILA. Il presidente della Regione, Marco Marsilio, ha partecipato ieri mattina in videoconferenza alla prima giornata della “Settimana europea delle Regioni e delle Città” che si tiene a Bruxelles dall’11 al 14 ottobre. La conferenza aveva come tema “Collegare le regioni europee: la politica dei trasporti adatta al XXI secolo”.

«Ai rappresentanti delle altre regioni europee ho messo in evidenza che solo facendo squadra si possono realizzare progetti ambiziosi, in grado di incidere in maniera significativa sul divario infrastrutturale che penalizza molte regioni», ha sottolineato il presidente.

«Una strategia comune, che investe un territorio più ampio, sovraregionale, è esempio di buona pratica da perseguire. Per questo ho evidenziato che la Regione Abruzzo, su mia iniziativa, ha sottoscritto il protocollo d’intesa per lo sviluppo del Corridoio Adriatico, siglato con le Regioni Marche, Molise e Puglia», ha spiegato Marsilio. «Una strategia unitaria per potenziare la dorsale adriatica centromeridionale, sottoposta all’attenzione del Governo in vista del processo di riesame della rete europea dei trasporti. L’obiettivo è quello di affermare l’itinerario marittimo-ferroviario lungo il versante adriatico-ionico che raccorda i porti del sud Italia; concretizza un rapido collegamento verso nord in una catena intermodale integrata ed efficiente e consente una via d’accesso diretta ai paesi dei Balcani e dell’est Europa».

La proposta di revisione dei Corridoi Ten-T verrà presentata il prossimo mese di dicembre. Tra i requisiti tecnici messi in evidenza dalla Commissione c’è quello di dotare la Ten-T di infrastrutture per i combustibili alternativi, facilitare il trasporto ferroviario o migliorare i collegamenti multimodali. Nel pomeriggio, sempre a Bruxelles, si è svolta la sessione plenaria del Comitato delle Regioni. Tema chiave il calo in molti paesi europei tra cui l’Italia del gettito fiscale a causa del Covid. «Ottenere una tassazione giusta è una sfida cruciale per gli Stati dell’Ue», ha detto in questo caso Marsilio. I primi passi in questa direzione il presidente della giunta li ha individuati negli «sforzi per tassare i giganti del web in Europa e nel mondo e nella necessità di supportare la recentissima adozione della Global Tax cui hanno aderito 136 su 140 paesi Ocse».

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: