cronaca

VIDEO e FOTO | Triste primato teramano per il gioco d’azzardo, nasce “La tua vita non è in gioco” progetto di servizi, prevenzione e formazione

video-e-foto-|-triste-primato-teramano-per-il-gioco-d’azzardo,-nasce-“la-tua-vita-non-e-in-gioco”-progetto-di-servizi,-prevenzione-e-formazione

TERAMO – Abruzzo maglia nera, con trend crescente negli ultimi anni; la provincia di Teramo tra i primi posti per una triste leader-ship. E’ quanto emerge dai dati raccolti dall’associazione di promozione sociale Resalio A.P.S. che, con il sostegno finanziario della Fondazione Tercas, ha lanciato un progetto legato alle problematiche della ludopatia e dei suoi effetti sulle famiglie e sulla società. ‘La tua vita non è in gioco‘ è il titolo del progetto che è stato presentato questa mattina a Palazzo Melatino a Teramo che si propone di offrire supporto psicologico, legale e tutoraggio economico per i soggetti a rischio, per i dipendenti e per le famiglie nell’ambito delle cosiddette ‘new addictions’. “Oltre al gioco d’azzardo, comprendono anche dipendenza affettiva, dipendenza da internet e dai videogiochi – spiega la psicologa Arianna Cupelli referente dell’associazione Resalio – che colpisce soprattutto i giovanissimi. E’ per questo che ci rivolgiamo anche alle scuole secondarie di secondo grado, con l’obiettivo di intercettare la popolazione giovanile, attraverso seminari informativi con l’obiettivo di fare prevenzione”. Tra gli obiettivi del progetto ‘La tua vita non è in gioco’ c’è anche la formazione degli operatori della Caritas che si occuperanno di intercettare sul territorio eventuali situazioni di disagio.

Relativamente ai dati sul gioco d’azzardo, in Abruzzo nel 2019 sono stati spesi quasi 2 miliardi di euro; tra i più giovani il 49% degli studenti di età 14/19 anni ha giocato d’azzardo almeno una volta e sono circa 300 mila i ragazzi italiani tra i 12 e 25 anni con dipendenza da internet. “I dati sono crescenti – ha rilevato la Presidente della Fondazione Tercas Tiziana Di Santee abbiamo voluto dare opportunità di risposta al territorio e alle associazioni che da tempo operano nel settore”.

Comunicato stampa

ASCOLTA LA DESCRIZIONE DEL PROGETTO

ASCOLTA ARIANNA CUPELLI

ASCOLTA TIZIANA DI SANTE

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: