attualità

Marito violento allontanato da casa 

marito-violento-allontanato-da-casa 

Pollutri. Botte alla moglie per 7 anni davanti ai figli: applicato il “Codice rosso”

POLLUTRI. Per 7 lunghi anni ha maltrattato e picchiato la moglie. Ieri il gip del tribunale di Vasto ha disposto per lui il Codice rosso: l’allontanamento dalla casa familiare del marito violento. L’uomo, un operaio 45enne di Pollutri, già noto alle forze dell’ordine, è accusato di reiterati maltrattamenti e lesioni personali nei confronti della moglie, avvenuti anche alla presenza dei loro cinque figli e con l’aggravante della dipendenza dall’alcool. L’ordinanza è stata eseguita dai carabinieri della stazione di Casalbordino.

«La triste vicenda», annotano i carabinieri della compagnia di Ortona, «è partita dalla richiesta d’aiuto al 112 della vittima». La donna ha segnalato un’aggressione in atto da parte del marito tornato a casa ubriaco. Sono subito intervenuti i carabinieri che hanno trovato l’uomo in preda ai fumi dell’alcool che inveiva contro la moglie e i familiari. Con non poca difficoltà i militari sono riusciti a farlo calmare e ad allontanarlo. La moglie ha raccontato ai carabinieri che da oltre sette anni subiva le violenze del marito. I carabinieri hanno promesso che l’avrebbero aiutata. Lei ha raggiunto la caserma e ha denunciato il marito violento.

Nella denuncia la donna ha raccontato le violenze, causate da immotivata gelosia ma soprattutto dall’abuso di alcool. «Le vessazioni», spiegano i carabinieri, «erano iniziate già sette fa quando vivevano in Svizzera e con il tempo sono divenute sempre più gravi anche dopo il rientro in Italia. Dalle ingiurie l’uomo è passato alle minacce e alle aggressioni fisiche alla presenza dei figli».

I carabinieri hanno svolto accurate indagini per verificare la veridicità del racconto della donna e hanno trovato referti medici e testimoni. I militari hanno quindi informato la Procura di Vasto così come dispone la recente norma, cosiddetta “Codice rosso”, che tutela le donne e i soggetti deboli che subiscono violenze e maltrattamenti, introducendo una corsia veloce e preferenziale per le denunce e le indagini. La Procura ha chiesto e ottenuto al gip la richiesta di applicazione della misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare del marito e padre violento con il divieto di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dalla coniuge e dai figli. (p.c.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: