pescara

Nuove case per chi vive al Ferro di cavallo 

nuove-case-per-chi-vive-al-ferro-di-cavallo 

Il complesso di via Tavo verso la demolizione. È cominciato lo spostamento degli inquilini regolari

PESCARA. Entro la fine dell’anno, o i primi di dicembre, gli alloggi del “Ferro di cavallo” saranno liberati, nell’ambito del progetto di abbattimento del complesso popolare di via Tavo. A fare il punto della situazione sull’iter è l’assessore comunale Isabella Del Trecco che sta seguendo l’iter.

«Sono cominciate», dice, «le procedure di assegnazione di un nuovo alloggio popolare ai residenti del “Ferro di cavallo” che dovranno lasciare la casa per una diversa sistemazione. Complessivamente sugli attuali 120 alloggi del complesso, sono circa un’ottantina quelli che avranno diritto a una nuova casa, avendone i requisiti. Per ora abbiamo chiamato per la nuova assegnazione la prima tranche di aventi diritto (25 famiglie) che stiamo spalmando sul territorio, ovvero negli alloggi dell’Ater dislocati su via Aldo Moro, via Centorame, via Maestri del Lavoro, Borgo Marino sud e piazza IV Novembre». Dopo l’assegnazione da parte del Comune è l’Ater ad occuparsi della consegna delle chiavi degli appartamenti da occupare (il trasloco è gratuito). «Tutte le procedure dovranno necessariamente chiudersi entro il prossimo 31 dicembre, liberando tutto il complesso popolare per il quale Regione Abruzzo, con il Presidente del Consiglio regionale Lorenzo Sospiri, Ater e Comune di Pescara hanno ideato una maxi riprogettazione per restituire un nuovo assetto al quartiere Villa del Fuoco ed eliminare le sacche di disagio sociale». Il riferimento è al progetto di abbattimento del complesso dove hanno sempre trovato alloggio abusivi e malviventi. (f.bu.)

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: