cronaca

Bari, inchiesta su Forza Nuova: “materiale riconducibile al fascismo” in telefonini e tablet dei 4 indagati

bari,-inchiesta-su-forza-nuova:-“materiale-riconducibile-al-fascismo”-in-telefonini-e-tablet-dei-4-indagati

I poster di Mussolini e le bandiere con il fascio, il tricolore con la croce celtica e le cartoline con il motto del duce “Meglio un giorno da leoni che cento da pecore”: c’era materiale “chiaramente riconducibile al fascismo” nelle abitazioni dei quattro esponenti di Forza nuova perquisite il 3 novembre dalla Digos di Bari e Lecce, nell’ambito di un’inchiesta della Direzione distrettuale antimafia del capoluogo.

Questo contenuto è

riservato agli abbonati

1€ al mese per 3 mesi anziché 9,99 €

Attiva Ora

Tutti i contenuti del sito

3,50€ a settimana prezzo bloccato

Attiva Ora

Tutti i contenuti del sito, il quotidiano e gli allegati in digitale

La guida allo shopping del Gruppo Gedi


Necrologie
Acquista online la pubblicazione del necrologio sul quotidiano

Ricerca necrologi pubblicati »

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: