cronaca

Schianto: muore la madre, ferita la figlia 

schianto:-muore-la-madre,-ferita-la-figlia 

L’auto delle donne di Pescocostanzo è uscita di strada per evitare dei bidoni caduti da un camion tra Roccaraso e Rocca Pia

ROCCARASO. Fatali per Anna Campara, 77 anni, di Pescocostanzo, le lesioni riportate in un incidente stradale avvenuto nella tarda mattinata di ieri sull’Altopiano delle Cinquemiglia. In auto con l’anziana c’era la figlia, ferita in modo non grave. La loro utilitaria si è ribaltata dopo aver sbandato a causa della pioggia e di un ostacolo sulla carreggiata. Le due donne sono state trasportate all’ospedale di Sulmona dal 118, qui le condizioni dell’anziana sono precipitate velocemente e la donna è morta. L’incidente è avvenuto intorno alle 13 sulla strada statale 17, al chilometro 127, tra Rocca Pia e Roccaraso.

L’anziana, dializzata, stava tornando da Sulmona con la figlia a bordo di una Lancia Ypsilon. Secondo una prima ricostruzione la conducente avrebbe perso il controllo della macchina a causa di un ostacolo sulla strada. Prima di essere ricoverate avrebbero raccontato di essersi trovate davanti dei bidoni che, pare, sarebbero caduti da un camion. Nel tentativo di evitarli, l’auto ha sbandato e si è ribaltata, finendo per metri fuori strada. L’asfalto bagnato dalla pioggia che cadeva ha causato una perdita di aderenza e reso l’auto ingovernabile. Su questa ricostruzione stanno lavorando gli agenti della stradale di Castel di Sangro che hanno eseguito i rilievi e raccolto testimonianze. A lanciare l’allarme è stato un automobilista arrivato subito dopo l’incidente. Sono intervenuti i sanitari del 118 di Pescocostanzo con gli operatori dell’Associazione 16 maggio 1982 che hanno stabilizzato le due donne dopo averle estratte dell’auto. Le loro condizioni non sono apparse gravi e sono state trasportate all’ospedale per accertamenti. Sul posto sono arrivate due pattuglie dei carabinieri, una della stradale e una squadra dei vigili del fuoco. In ospedale le condizioni della 77enne si sono aggravate, probabilmente a causa dei traumi a testa e schiena. La salma è stata messa a disposizione della magistratura. La notizia, arrivata nel pomeriggio a Pescocostanzo, ha suscitato stupore e sconforto. Cordoglio alla famiglia è stato espresso dal sindaco Roberto Sciullo. La pensionata lascia il marito, Giuseppe Gasbarro, e quattro figli.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: