cronaca

In 8mila per 196 posti nelle Asl: a Roma l’esercito dei candidati 

in-8mila-per-196-posti-nelle-asl: a-roma-l’esercito-dei-candidati 

Ieri la prima giornata di prove con la metà degli aspiranti all’assunzione. Oggi tocca a tutti gli altri  Accesso con certificati anti-Covid e mascherine, cellulari sigillati e tablet a spegnimento automatico  

TERAMO . In 8.180 per 196 posti. È iniziata ieri, a Roma, la grande corsa all’impiego nella sanità pubblica abruzzese con la qualifica di Oss, operatore socio-sanitario. Il maxi-concorso ha per capofila la Asl teramana si articola in quattro sessioni che, equamente ripartite, si terranno anche oggi. Nella giornata di esordio, dei circa quattromila candidati convocati, nei padiglioni 4 e 6 della Fiera di Roma che ospita le prove, se ne sono presentati circa 2.550. In pratica sono poco più della metà rispetto alle presenze previste in base alle domande di partecipazione, ma rappresentano comunque un esercito di aspiranti al posto fisso. Gli altri dovranno presentarsi oggi.

La mole di iscrizioni ha reso necessaria, anche per il rispetto delle disposizioni anti-contagio, la predisposizione di un’imponente macchina organizzativa. I candidati che hanno ricevuto le via mail sono stati identificati e forniti di mascherina ffpp2 all’ingresso, dove hanno dovuto mostrare Green pass, lettera di convocazione, autocertificazione Covid e copia del documento. Stringenti anche le misure per evitare aiuti esterni. Gli aspiranti Oss hanno dovuto chiudere i cellulari in appositi contenitori schermati che sono stati sigillati col sistema antitaccheggio. A ciascuno è stato consegnato un tablet ed è stato apposto un bracciale con impresso un Qrcode che associa i dati del candidato al portatile. Il tempo limite di durata della prova è stato fissato in 50 minuti.

Chi ha documentato esigenze specifiche ha potuto beneficiare di una tempistica più dilatata, ma anche di interpreti Lis e tutor in caso di disturbi d’apprendimento. Alle candidate neo mamme è stata data la possibilità di allattare, mentre i bimbi con accompagnatori sono stati ospitati in locali appositamente predisposti. La procedura da seguire è stata illustrata tramite max-schermi con immagini anche nel linguaggio dei segni. Scaduto il tempo previsto, i tablet si sono spenti automaticamente. La correzione è informatizzata e l’identità di chi ha superato la prova sarà svelata solo dopo la valutazione dei titoli. Ciascun candidato potrà conoscere il proprio risultato tramite la piattaforma https://aslteramo.concorsismart.it accedendo all’area riservata mediante le credenziali create in fase di registrazione.

«La Asl sta portando a termine una procedura per l’acquisizione di personale fondamentale, mai come ora, per l’organizzazione dell’assistenza sanitaria», dichiara il direttore generale Maurizio Di Giosia, «un altro maxi-concorso si svolgerà a breve, mercoledì prossimo, per l’assunzione di infermieri: hanno presentato domanda 5.005 candidati».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: