attualità

Festa di Halloween abusiva: denunce e multe 

festa-di-halloween-abusiva:-denunce-e-multe 

In 500 in un disco club di via Per Treglio al posto di 170: nei guai organizzatore e proprietario del locale

LANCIANO. In 500 alla festa di Halloween abusiva: i carabinieri denunciano e multano l’organizzatore. I fatti risalgono alla notte tra il 31 ottobre e il 1° novembre scorsi, quando i carabinieri di Lanciano sono intervenuti, su segnalazione, in una discoteca in via Per Treglio, dove era in corso una serata danzante in tema Halloween con somministrazione di alimenti e bevande. Una volta giunti sul posto i militari hanno riscontrato la presenza di circa 500 persone, in parte già all’interno del locale e in parte in attesa di accedervi, nonché il mancato rispetto del distanziamento interpersonale utile a contenere il rischio contagio da Covid.

Le successive verifiche amministrative condotte in queste settimane dai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile, diretti dal tenente Giuseppe Nestola, hanno permesso di accertare che la festa era stata organizzata da una locale associazione che aveva preso in affitto lo stabile senza, però, aver richiesto la licenza prevista dall’articolo 68 del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza (Tulps). Il numero degli avventori, inoltre, era di molto superiore a quello previsto dalle restrizioni anti-Covid, che nel caso del disco club ammonta a circa 170 persone.

Per l’organizzatore, M.D., 35enne di Lanciano, è quindi scattata la segnalazione alla Procura per l’apertura abusiva di luoghi di pubblico spettacolo, trattenimento o ritrovo, senza avere osservato le prescrizioni dell’autorità a tutela dell’incolumità pubblica, reato che prevede l’arresto fino a sei mesi e l’ammenda non inferiore a 103 euro. Sono state inoltre elevate sanzioni amministrative per un totale di 5.800 euro, a carico sia dell’organizzatore sia del proprietario dello stabile, per il superamento della capienza massima prevista, il mancato rispetto della distanza di sicurezza e la violazione delle norme sulla somministrazione di alimenti e bevande alcoliche. Ulteriori approfondimenti sono in corso da parte dei carabinieri per stabilire la reale sussistenza dell’agibilità e delle condizioni di sicurezza del locale, come prevede l’articolo 80 del Tulps.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: