cronaca

“Vieni a letto con me e non avrai il cancro”: così il ginecologo di Bari abusava delle pazienti

“vieni-a-letto-con-me-e-non-avrai-il-cancro”:-cosi-il-ginecologo-di-bari-abusava-delle-pazienti

BARI – Tutto cominciò con Gianpaolo Tarantini, le sue “cene eleganti”, che eleganti non erano per nulla, e suo fratello detto “chilometro” (come da intercettazioni telefoniche). Dunque è stata la volta di Francesco Bellomo, il giudice e docente che imponeva tacchi alti e minigonne alle sue allieve aspiranti magistrati. Infine, è arrivato il tempo di Giovanni

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: