cronaca

Vittime non credute e procedure lente. Tutte le falle nelle leggi a difesa delle donne

vittime-non-credute-e-procedure-lente.-tutte-le-falle-nelle-leggi-a-difesa-delle-donne

Se in soli 11 mesi ci sono già stati 109 femminicidi, se le vittime di violenza sono 89 al giorno, se solo il 15% delle donne denuncia gli abusi prima di venire uccisa, se le misure di sicurezza e quelle facoltative vengono applicate in pochissimi casi e nelle sentenze dei tribunali si legge che le vittime “provocano” o si parla di “relazioni burrascose” davanti ai maltrattamenti, qualcosa non sta funzionando.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: