Redazione

L’AQUILA: INCUBO FURTI IN VALLE SUBEQUANA, 32 IN UN MESE, BANDA DI LADRI AGISCE INDISTURBATA

l’aquila:-incubo-furti-in-valle-subequana,-32-in-un-mese,-banda-di-ladri-agisce-indisturbata

L’AQUILA – Incubo furti in casa nei piccoli paesi della valle subequana, e anche dell’altopiano dei Navelli, in provincia dell’Aquila, ben 32 messi a segno in solo mese, da parte di ladri che hanno agito indisturbati, sfondando porte e finestre, devastando le abitazioni, portando via bottini per migliaia di euro. Agendo anche in pieno giorno, a fronte di una presenza delle forze dell’ordine sul territorio del tutto inadeguata e inefficace. In attesa oramai dal 2016 che si faccia il bando per collocare nei punti di maggior passaggio un sistema di videosorveglianza, già finanziato.

Ad essere state svaligiate abitazioni da San Demetrio a Villa Sant’Angelo, da Fossa a Fontecchio, da Barisciano, San Pio delle Camere ad Acciano e Fagnano. A subire furti anche il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, nella sua casa di Villa Sant’Angelo, e David Filieri, direttore del quotidiano on line il Capoluogo d’Abruzzo, nella sua casa di Vallecupa, frazione di Fagnano, comune dove giorni prima, nella frazione di Corbellino, è stata rubata una Fiat Panda parcheggiata nel garage di un’abitazione.

Alcuni furti non sono andati a buon segno, sventati all’ultimo momento, come a Fossa, dove per ore si è data la caccia ad una Ford Focus di colore blu scuro, con una donna alla guida.

Ad agire con ogni probabilità, una banda ben organizzata, con basisti locali, che segnalano i movimenti delle persone e famiglie. Nel comune più colpito, San Demetrio, con ben 15 colpi, sono comparse delle “X” tracciate lungo le recinzioni delle ville e sui contatori di alcune abitazioni.

Sarà finalmente consegnato intanto nelle prossime ore il progetto per il sistema integrato di videosorveglianza dell’area omogena 8 del cratere sismico, a cui seguirà l’apertura della gara d’appalto. Il progetto riguarda prevede l’installazione di telecamere in grado di effettuare la lettura automatica in notturna delle targhe delle autovetture, che saranno posizionate agli ingressi e in altri punti dei centri storici dei comuni di Ocre, Tione degli Abruzzi, Sant’Eusanio Forconese, Poggio Picenze, Acciano, San Demetrio ne’ Vestini, Villa Sant’Angelo, Fagnano Alto, Fontecchio, Barisciano, Fossa e Prata D’Ansidonia.

Il finanziamento di 730 mila euro coprirà la sola installazione, mentre ogni comune pagherà per la manutenzione e la gestione delle proprie telecamere. Il vincitore dell’appalto si occuperà della realizzazione del sistema integrato. Progetto finamnziato ben cinque anni fa, nel 2016

RIPRODUZIONE RISERVATA

    Articolo


    Rispondi

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: