pescara

Meno problemi fisici per chi è in ufficio

Il protocollo centrerà l’attenzione anche sulla salute e sicurezza dei lavoratori in smart working. Uno studio condotto tra maggio e luglio 2020 dallo psicologo delle organizzazione, Carlo Bisio, e…

Il protocollo centrerà l’attenzione anche sulla salute e sicurezza dei lavoratori in smart working. Uno studio condotto tra maggio e luglio 2020 dallo psicologo delle organizzazione, Carlo Bisio, e dal medico specialista in medicina del lavoro, Paolo Santucci, su un campione di 218 persone appartenenti a quattro aziende, ha messo a fuoco i rischi del lavoro agile sul piano della salute e sicurezza. Se di solito l’affaticamento visivo è lamentato dal 20% circa di chi lavora in ufficio, tra gli smart workers si sale al 30%.

La percentuale di chi soffre di mal di schiena lombare in azienda è piuttosto bassa, a una cifra soltanto, mentre in caso di lavoro agile arriva al 30 per cento.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: