pescara

CONSIGLIO COMUNALE L’AQUILA, FONDO COMPLEMENTARE PNRR:APPROVATA VARIAZIONE BILANCIO DA 41,5 MLN

consiglio-comunale-l’aquila,-fondo-complementare-pnrr:approvata-variazione-bilancio-da-41,5-mln

L’AQUILA – Il Consiglio comunale dell’Aquila ha approvato stamani, in seconda convocazione, la delibera con la quale ha preso atto della costituzione dell’Aduc di Preturo, riconoscendola quale ente esponenziale della collettività della stessa frazione e delle località di Cese, Colle, San Marco e Pozza. All’Aduc, che, in base alla legge 168 del 2017 in materia di domini collettivi, è riconosciuta quale ente esponenziale delle collettività titolari dei diritti di uso civico ed è dotata di personalità giuridica di diritto privata e autonomia statutaria, sono state contestualmente trasferite le competenze relative alla gestione del demanio civico di pertinenza.

Via libera unanime dell’Aula anche all’ordine del giorno proposto dal consigliere Di Benedetto (Il Passo Possibile) riguardante l’attivazione di una seconda postazione territoriale del 118 nel territorio comunale dell’Aquila e in particolare nel poliambulatorio di Bazzano.

Successivamente il Consiglio è passato in prima convocazione per la settima variazione al bilancio di previsione in ragione dei finanziamenti accordati al Comune dell’Aquila in base ai progetti relativi al fondo complementare per le aree del terremoto del 2009 e 2016 del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr). La manovra, complessivamente, ammonta a oltre 41 milioni e mezzo di euro, inserita nell’annualità 2022 del bilancio “cosa che ci consente fin dall’inizio del prossimo anno – ha spiegato l’assessore al Bilancio, il vice sindaco Raffaele Daniele, illustrando il provvedimento – di poter usufruire di queste somme per i lavori programmati e finanziati attraverso il Fondo complementare”.

Sono complessivamente 46 gli interventi previsti grazie alla variazione di bilancio approvata oggi, che investiranno scuole ed edifici pubblici, impianti sportivi, strade e piazze, centri sociali, lavori ai fini dell’efficientamento energetico, oltre a opere specifiche quali quelli per la funivia del Gran Sasso e il Museo della Perdonanza.

“Questi fondi – ha aggiunto il vice sindaco Daniele – si aggiungono a quelli della stessa natura già inseriti nella sesta variazione di bilancio, pari a 60 milioni di euro, di cui 5 per il 2021 e i restanti sull’annualità 2022, riguardanti la misura A, sub misura A2 del fondo, denominata “comunità energetiche, recupero e rifunzionalizzazione di edifici pubblici e produzione di energia/calore da fonti rinnovabili”, per la quale è stato previsto l’intervento 2: “rifunzionalizzazione, efficientamento energetico e mitigazione delle vulnerabilità sismiche di edifici temporanei del Comune di L’Aquila (vale a dire il progetto Case) e di altri edifici pubblici ai fini della realizzazione del Centro Nazionale per il Servizio Civile Universale”.

“La credibilità dei progetti dell’amministrazione comunale, grazie all’operato del sindaco Pierluigi Biondi che li ha egregiamente sostenuti nella cabina di regia che ha determinato l’assegnazione di questi fondi – ha concluso il vice sindaco Daniele – ha determinato l’arrivo di un consistente apporto finanziario, che sarà decisivo per lo sviluppo e la crescita dell’Aquila e del suo territorio nei prossimi anni”.

Infine, il Consiglio ha approvato un ordine del giorno (D’Angelo gruppo Benvenuto presente e Palumbo gruppo Pd) con la quale il sindaco e gli organismi comunali vengono impegnati ad attivarsi presso la Regione Abruzzo perché venga insediata all’Aquila, presso l’aeroporto dei Parchi, la sede del Soccorso alpino e speleologico abruzzese.

D’ANGELO SU SEDE SOCCORSO ALPINO, “BENE APPROVAZIONE UNANIME MIO ODG, ORA PUNTARE ALL’OBIETTIVO”

“Sono soddisfatto dell’approvazione unanime dell’ordine del giorno che ho proposto e che tramite il collega Palumbo è stato sottoscritto anche dall’opposizione, per l’individuazione dell’Aquila come sede fissa del Soccorso Alpino abruzzese nel modo in cui è possibile farlo: attraverso un intervento sulla legge regionale che riconosce e promuove l’attività di questo fiore all’occhiello del nostro territorio”.

Lo dichiara Daniele D’Angelo, capogruppo di ‘Coraggio Italia’ al Comune dell’Aquila.

“Il Soccorso Alpino opera già nelle nostre montagne a livelli di efficienza assoluta riconosciuti a livello nazionale – prosegue D’Angelo -, ma è evidente che una sede regionale stabile è più funzionale di una sede itinerante e che questa sede non può che essere all’Aquila per la presenza di un aeroporto già dedicato e soprattutto per evidenti ragioni di conformazione territoriale, attestate dal numero quasi totalizzante di interventi che il Soccorso Alpino realizza nell’area aquilana rispetto al resto della regione. Con questo atto – conclude – il Consiglio comunale ha espresso una posizione forte e supporterà l’amministrazione in ogni modo affinché si intraprendano tutte le iniziative più utili al raggiungimento dell’obiettivo”.

RIPRODUZIONE RISERVATA

    Articolo


    Rispondi

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: