cronaca

Vescovo positivo: annullate tutte le messe 

vescovo-positivo:-annullate-tutte-le-messe 

Altri 94 casi accertati, le persone in quarantena salgono a 572. Oltre mille allo screening (17 contagi)

SULMONA. Anche il vescovo della diocesi di Sulmona-Valva, monsignor Michele Fusco, è risultato positivo al Covid. Record di contagi ieri in Centro Abruzzo: sono 94 i nuovi positivi registrati dalla Asl di cui 75 in Valle Peligna e 19 in Alto Sangro. I casi hanno riguardato attività commerciali, interni nuclei familiari e soprattutto minori. In particolare i nuovi casi accertati dalla Asl fanno riferimento 36 a Sulmona, 13 a Pratola Peligna, 8 a Pacentro, 8 a Castel Di Sangro, 3 a Pescasseroli, 3 a Corfinio, 3 a Molina Aterno, 2 a Roccaraso, 2 a Castelvecchio Subequo, 2 a Bugnara, 2 a Castel Di Ieri, 2 a Ateleta, 2 a Raiano e 1 a Gagliano Aterno, Villetta Barrea, Vittorito, Introdacqua, Rivisondoli, Scontrone, Civitella Alfedena, Pettorano sul Gizio, Roccacasale e Campo Di Giove. A quest’ultimi si sono sommati poi i contagi accertati nel corso dello screening organizzato ieri dal Comune di Sulmona in piazza XX Settembre in vista dei festeggiamenti per il nuovo anno. Sono stati 17 i cittadini risultati positivi al tampone rapido con un’affluenza che ha sfiorato le mille persone.

Inoltre per l’intero pomeriggio e parte della serata il centro storico di Sulmona è stato interessato anche da numerosi controlli anti-Covid da parte delle forze dell’ordine per il possesso del Green pass e l’uso della mascherina.

«Già da lunedì sapendo di aver avuto contatti con un positivo ho evitato ogni rapporto con le persone e sono rimasto in Episcopio senza rapporti esterni», fa sapere monsignor Fusco, «non ho sintomi gravi e affronto con fede questa volontà di Dio della malattia. L’attuale situazione mi porta ad annullare ogni appuntamento previsto in calendario almeno fino a domenica 10 gennaio. Rimanere bloccato e isolato mi fa condividere la stessa esperienza che tante famiglie stanno affrontando questo periodo pandemico, più che un dolore fisico avverto interiormente un dispiacere per non poter incontrare le persone e non poter assolvere agli impegni presi», continua il vescovo, «una frase tra le letture fatte questa mattina mi ha colpito e si è impressa nell’anima: “Il dolore è l’unica cosa scartata nel mondo ed è l’unica con cui ci si riempie di Dio”. Il Signore mi presenta questa opportunità da non scartare ma da sfruttare per fare esperienza della sua presenza. Confido nelle vostre preghiere e nell’aiuto del Signore e della nostra Madre celeste», conclude monsignor Fusco.

Sono 357 in tutto i positivi tra la Valle Peligna e l’Alto Sangro, 40 i guariti. Cresce in maniera esponenziale anche il numero delle persone in sorveglianza attiva che passa da 471 a 572, cento in più rispetto a mercoledì. Ma il timore è che nei prossimi giorni la curva dei contagi continui a peggiorare soprattutto dopo i festeggiamenti per il Capodanno. (c.l.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: