gossip

Morte Paolo Calissano, il dolore di Stefania Orlando: “Era uno di famiglia”

morte-paolo-calissano,-il-dolore-di-stefania-orlando:-“era-uno-di-famiglia”

Dopo aver appreso la notizia della drammatica ed inaspettata morte di Paolo Calissano, Stefania Orlando ha raccontato chi era l’attore.

Questa mattina il mondo dello spettacolo è stato travolto dalla tragica notizia della morte di Paolo Calissano. L’attore è stato trovato privo di vita nel letto alle 23 di ieri sera. A far scattare l’allarme è stata la sua ex fidanzata, la quale ha cercato di mettersi in contatto con lui a lungo e quando ha constatato che non le rispondeva nemmeno alla porta ha avvertito il 112. Le forze dell’ordine hanno fatto il loro ingresso nell’appartamento alla Balduina (Roma), insieme ai paramedici ed hanno trovato il corpo dell’attore.

Secondo quanto riportato dall’agenzia Agi è possibile che l’attore fosse morto già da qualche giorno. Pare, infatti, che il suo corpo fosse già in stato di decomposizione. Nell’articolo si legge pure che nell’appartamento sono state ritrovate numerose compresse di psicofarmaci. L’attore le utilizzava per curare la depressione e la prima ipotesi investigativa è che la morte possa essere stata causata proprio da un overdose dei farmaci.

Il corpo di Calissano in questo momento si trova all’obitorio dell’ospedale Gemelli di Roma, luogo in cui verrà effettuata un’autopsia (già disposta) per appurare la causa del decesso. Con ogni probabilità si cercherà anche di capire, una volta accertata l’overdose di farmaci, se si è trattato di un incidente o di un ingestione volontaria.

Leggi anche ->Pio e Amedeo positivi al covid: il Capodanno di Mediaset diventa un incubo

Morte Paolo Calissano, il ricordo di Stefania Orlando: “Era uno di famiglia”

Mentre tramite indagini si cerca di appurare cosa sia successo all’attore, il mondo dello spettacolo ne piange la scomparsa. Tra chi non riesce a capacitarsi della morte di Paolo c’è anche Stefania Orlando, cugina di un’ex fidanzata dell’attore. La stessa Fabiola Pavese che ha avvertito le forze dell’ordine poiché preoccupata per lo stato di salute dell’uomo.

Su quanto accaduto Stefania Orlando ha detto: “Mia cugina Fabiola è stata profondamente legata a Paolo, non l’ho ancora sentita ma posso solo immaginare la sua disperazione. Non si erano mai persi di vista, lei continuava a provare grande affetto per Paolo, un uomo che sapeva farsi volere bene da tutti”.

Leggi anche ->Ilary Blasi, ecco come si è presentata vestita a Natale

Lei e Paolo si erano conosciuti bene e con il passare del tempo erano diventati buoni amici: “Io l’ho conosciuto da un punto di vista personale, era uno di famiglia e con noi aveva condiviso tanti momenti privati, intimi: comunioni, Natali, era stato al mio matrimonio. Era una persona sensibile, generosa, fragile come molti di noi. Solo che qualcuno riesce a mascherare di più le proprie emozioni. In lui, invece, si vedevano tutte”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: