cronaca

Teramo Calcio, Massimo Chierchia: “Siamo pronti a tutto per un bene che è patrimonio della città”

teramo-calcio,-massimo-chierchia:-“siamo-pronti-a-tutto-per-un-bene-che-e-patrimonio-della-citta”

TERAMO – Martedì sarà nuovamente a Teramo Massimo Chierchia, che continua ad assolvere agli obblighi per i quali è chiamato e ad essere vicino alla squadra biancorossa come deve e così come può. Inutile rimarcare quanto difficoltosa sia questa fase, che coincide con la necessità di dover rinforzare una squadra costruita senza una logica e che rischia di patire oltremisura non soltanto le difficoltà del girone, probabilmente pure sottovalutato, ma anche i rinforzi che altrove ci saranno, soprattutto da parte di chi è invischiato nella bassa classifica.

Oggi, al contrario di ieri, è diventato legittimo che un giornalista chieda direttamente un’intervista senza dover preliminarmente ricevere un’autorizzazione negativa nel 99% dei casi. E’ un servizio reso alla città, il nostro, e intendiamo semplicemente ricordarlo ringraziando chi lo rende possibile, dal primo giorno d’approdo a Teramo.

-D- Presidente Chierchia, è n buon segnale lo slittamento della ripresa del campionato?

-R- No per quello che sta accadendo con la diffusione del virus, mentre ragionando egoisticamente direi che abbiamo qualche giorno in più per le operatività e per noi è cosa importante

E’ fiducioso nel riuscire a sbloccare l’attuale situazione ed a correggere in maniera importante la rosa del Teramo?

Lo sblocco della situazione attuale non dipende da noi; la giustizia deve fare il proprio corso. Per quanto riguarda il mercato stiamo lavorando tutti i giorni con Sandro Federico e credo che si possa far bene intervenendo in maniera giusta ed importante; nonostante la situazione che si è determinata c’è più di qualche calciatore che ha ancora il piacere di indossare la nostra maglia

Ai tifosi biancorossi si sente di dire cosa?

Grazie per i tanti messaggi di stima che ho ricevuto; mi danno la forza e l’energia giuste perché io riesca a lottare come farebbero loro, affinché non si vinca soltanto sui campi da gioco

Cosa sarebbe dovuto emergere, di non emerso in questa fase, nei riguardi dell’opinione pubblica?

Stavo lavorando e portando a termine con la “Bonolis” un accordo per il settore giovanile (cosa che Campitelli fece e che la bonifica del 2019 annientò – ndr -) mentre con Andrea Malavolta stavamo progettando la creazione di una Fondazione, partner della società biancorossa

Se qualcuno intendesse rilevare le vs quote, conferma che sareste pronti a farvi da parte?

Soltanto per rispetto nei riguardi della città e dei tifosi: sarebbe un obbligo doverlo fare e non una fuga, ma un atto di rispetto e d’amore dovuti

L’ex presidente della squadra di calcio della nostra città, le ha mai manifestato l’eventuale disponibilità?

L’ex presidente Iachini ha sempre detto di essere contrario e lo sapete benissimo. In questo periodo è molto vicino a tutte le vicende societarie e mi sento di doverlo ringraziare anche si trattasse di solo supporto umano. Aggiungo, invece, che con il presidente Luciano Campitelli ci siamo scambiati gli auguri e vedremo se potrà essere un partner o uno sponsor importante. Se poi volesse acquisire il controllo della società siamo a disposizione, come già detto

Fossimo costretti a dover fare un mercato di riparazione di secondo livello, pensa che centreremo la salvezza?

Il mercato dura un mese  e solo al termine azzarderei un pronostico, ma sono convinto che ce la giocheremo fino alla fine, riuscendo a migliorare la rosa attuale nella maniera migliore possibile e, spero, la classifica. Dovremo essere un blocco unico e solido fino alla fine: società, squadra e tifosi

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: