cronaca

L’insegnante ricorda Luca: «Talento unico e sensibile» 

l’insegnante-ricorda-luca: «talento-unico-e-sensibile» 

Tra i tanti messaggi di cordoglio anche quello del soprano marsicano Marulli Oggi a San Giovanni i funerali dello studente 22enne travolto e ucciso dal treno 

CELANO. La città saluterà per l’ultima volta il giovane Luca Piccone questa mattina. I funerali del 22enne di Celano, morto martedì pomeriggio travolto da un treno, si celebreranno alle 11 nella parrocchia di San Giovanni Battista. Il regionale 4744 ha investito il 22enne a poche decine di metri dal passaggio a livello, nei pressi della stazione ferroviaria di Celano. Sulla dinamica dell’incidente indagano gli agenti della polizia ferroviaria di Avezzano ma l’ipotesi più accreditata resta quella del gesto volontario. Le indagini sono coordinate dal sostituto procuratore Elisabetta Labanti, titolare dell’inchiesta. La tragedia ha scosso l’intera comunità di Celano. Poche ore prima della tragedia, il giovane appariva sorridente in una “storia” di Instagram e nulla poteva far presagire quello che stava per accadere. Il giovane studiava alla facoltà di Filosofia e comunicazione nell’ateneo di Bologna e oltre alla passione del canto aveva quella per i social. Cordoglio è stato espresso anche dall’amministrazione comunale di Celano. Il sindaco Settimio Santilli parla di «una tragedia che lascia solo attoniti, angoscia e tanta tristezza».

«Caro Luca», le parole del primo cittadino, «aiuta e sostieni ora la tua cara famiglia nella grande sofferenza che sta vivendo. Le più sentite condoglianze e vicinanza a Monica, Loreto e al caro fratellino Lorenzo, riposa in pace Luca».

Si stringono attorno alla famiglia di Luca anche gli amici del fratello minore, che si uniscono «in un unico e forte abbraccio per sostenerlo in questo triste momento per la grave perdita». Il giovane studente universitario di Celano aveva anche tante passioni e una di queste era quella del canto. Lo ricorda con affetto la sua insegnante Emanuela Marulli. «Per un breve periodo», ha scritto il soprano marsicano, «abbiamo avuto la gioia e il privilegio di conoscerti. Io di poterti insegnare il canto, cogliendo in te un talento unico e una voce bellissima, come lo eri tu, sempre vicino a tutti, disponibile all’aiuto, sensibile, incredibilmente creativo e affettuoso. A te sono legati solo ricordi belli. Mi mancherai, ci mancherai. Che Dio ti accolga fra le sue grandi, amorevoli braccia. Arrivederci caro Luca da tutta la Just Music che tanto ti vuole bene, uniti in un abbraccio alla tua famiglia».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: