cronaca

“Open night” delle vaccinazioni sabato sera al Parco della scienza 

“open-night”-delle-vaccinazioni sabato-sera-al-parco-della-scienza 

Saranno a disposizione degli over 12 sette linee dalle 20 alle 24 senza la necessità della prenotazione Di Giosia: «L’obiettivo è raggiungere i “no vax”». D’Alberto: «Nel nostro hub finora 93mila dosi»

di Dino Venturoni

TERAMO. Di fronte ai numeri impietosi della quarta ondata, le istituzioni – sanitarie e non – della provincia cercano di compattarsi e di limitare i danni incentivando la campagna vaccinale contro il Covid. Riaprono così centri per le vaccinazioni che erano stati chiusi mesi fa e si susseguono giornate straordinarie di somministrazione delle dosi.

L’OPEN NIGHT

Un’iniziativa straordinaria, e davvero particolare visto l’orario, è stata organizzata dalla Asl, in collaborazione con il Comune di Teramo, nell’ambito della campagna vaccinale. Sabato prossimo si svolgerà nell’hub del Parco della scienza il cosiddetto “Open night del vaccino”: dalle 20 alle 24 (gli ultimi ingressi saranno consentiti alle 23) sarà possibile immunizzarsi presentandosi senza appuntamento. Saranno allestite sette linee dedicate alla fascia di popolazione dai 12 anni in su. «Prevediamo di riuscire a somministrare intorno alle 800 dosi», commenta il direttore generale della Asl, Maurizio Di Giosia, «con questa iniziativa che ha lo scopo di incentivare la campagna vaccinale. Il nostro obiettivo, come da indicazioni del commissario straordinario per l’emergenza Covid Francesco Paolo Figliuolo, non è solo quello di far completare il ciclo alla popolazione o di inoculare la dose booster, ma anche di raggiungere quella fascia che finora non si è vaccinata. Solo oggi (ieri, ndr) risultano al nostro Ucat 1.134 nuovi positivi e il totale dei contagiati in provincia ammonta a 14.382 unità. A stamattina erano 112 i pazienti ricoverati nelle nostre strutture. E i casi più gravi sono di pazienti non vaccinati. Sono cifre che si commentano da sole e che ci inducono ad adottare sempre nuove iniziative per immunizzare la popolazione e metterla al riparo perlomeno da gravi conseguenze».

IL SINDACO

«Un’iniziativa che abbiamo sposato subito con grande entusiasmo», dichiara il sindaco di Teramo Gianguido D’Alberto, «perché va nella direzione che tutte le istituzioni devono seguire: potenziare gli spazi fisici e temporali della vaccinazione in un momento in cui il vaccino si conferma l’unica arma contro la diffusione del virus e per l’uscita dall’emergenza. Ben vengano dunque tutte le iniziative che ci consentono di allargare il più possibile la platea dei cittadini immunizzati e che pongono Teramo, come città capoluogo, in linea con quanto stanno facendo città di grandi dimensioni. È inoltre una conferma della strategicità del Parco della scienza come hub vaccinale: dalla sua apertura ha raggiunto numeri imponenti, finora ben 93.037 dosi somministrate, tanto che oggi è riferimento vaccinale dell’intera provincia. L’appello ai cittadini», conclude il sindaco D’Alberto, «è dunque ad aderire all’iniziativa e a vaccinarsi senza se e senza ma».

RIAPRE MOSCIANO

Il centro vaccinale di Mosciano riaprirà a brevissima scadenza nel palazzetto dello sport comunale. La prima seduta è fissata per sabato prossimo, 15 gennaio. L’accordo è stato raggiunto dalla Asl e dai medici di medicina generale presenti sui territori di Mosciano e della limitrofa Bellante, che effettueranno l’inoculazione delle dosi. È stato organizzato un appuntamento vaccinale per tutti i cittadini over 12 per sabato prossimo purchè in possesso di regolare prenotazione. L’orario del centro è 9-13, 15-18. Obbligatorie la prenotazione e la scelta dell’orario di vaccinazione attraverso il portale nazionale https://prenotazioni.vaccinicovid.gov.it/. Sono previste ulteriori sedute, con le stesse modalità, nelle prossime settimane. (Ha collaborato

Alfonso Aloisi)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: