cronaca

Un’altra vittima, i ricoverati a quota 112 

un’altra-vittima,-i-ricoverati-a-quota-112 

Nella mappa dei contagi Teramo conta 124 nuovi casi, Roseto e Giulianova seguono con 79 e 70

TERAMO. Nella serata di lunedì al Mazzini c’è stata un’altra vittima della pandemia. Luisa Martella, 76 anni, di Roseto, non vaccinata, è morta nel reparto di Pneumologia, dov’era ricoverata da alcuni giorni.

I ricoveri di pazienti positivi ieri sono ulteriormente saliti rispetto ai 107 di due giorni fa: nel primo pomeriggio erano 112, dei quali cinque in Rianimazione. I 112 ricoverati sono così distribuiti: 21 al San Liberatore di Atri, 56 al Mazzini di Teramo e 35 – in via di guarigione – nella Rsa di Bellocchio a Giulianova.

Per quanto riguarda l’impennata dei contagi, la loro distribuzione territoriale in provincia è lineare da giorni e riguarda tutti i centri più popolosi, ovvero il capoluogo in primis e le città della costa. Nel report regionale di ieri, relativo alle precedenti 24 ore, Teramo è al settimo posto in regione con 124 casi subito dietro L’Aquila (136) e staccatissima solo da Pescara, che guida la poco invidiabile classifica con addirittura 353 nuovi contagiati. Roseto è decima (79 casi), Giulianova undicesima (70), Martinsicuro tredicesima (58). Più lontane Silvi (49), Pineto (47), Alba Adriatica (39), Tortoreto (36) e Atri (33).

La quarta ondata sta colpendo anche le scuole e si susseguono casi di classi messe in didattica a distanza, ma al momento è difficile fornire numeri precisi. Da quanto risultava ieri all’assessorato all’istruzione del Comune di Teramo, c’è almeno una classe in Dad in ogni istituto del territorio comunale.(red.te)

©RIPRODUZIONE RISERVATA .

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: