attualità

Alunna del Liceo seconda alle Olimpiadi di italiano 

alunna-del-liceo-seconda alle-olimpiadi-di-italiano 

guardiagrele. premiata a roma nella finale nazionale 

GUARDIAGRELE. Marta Liberatoscioli, 15 anni, studentessa della 2ª A del Liceo scientifico dell’Istituto omnicomprensivo di Guardiagrele, è giunta seconda nella categoria Junior alle Olimpiadi…

GUARDIAGRELE. Marta Liberatoscioli, 15 anni, studentessa della 2ª A del Liceo scientifico dell’Istituto omnicomprensivo di Guardiagrele, è giunta seconda nella categoria Junior alle Olimpiadi nazionali d’italiano organizzate dal ministero dell’Istruzione. La cerimonia di premiazione della XI edizione del concorso si è svolta a Roma, all’Università Lumsa. Sono stati 16.631 i partecipanti a questa edizione con le studentesse in netta maggioranza (65%). Coinvolti 788 istituti scolastici di tutte le Regioni ma hanno preso parte alla manifestazione anche ragazze e ragazzi di numerose scuole italiane all’estero tra cui quelle di Argentina, Brasile, Francia, Germania, Russia, Svizzera, Usa, Tunisia e Turchia.

I finalisti si sono cimentati con diverse tracce e tipologie di prove: un riassunto su un articolo che riguardava la Piramide di Cheope e il rapporto tra archeologia, scienza e tecnologia; un testo informativo che prendeva spunto da un tweet del presidente Barack Obama sul razzismo; un testo creativo che prevedeva un’intervista al proprio rapper preferito.

«Sono molto contenta del risultato, non me l’aspettavo. Ero andata alla premiazione», racconta Marta Liberatoscioli, «perché ero arrivata alla finale ma non pensavo di salire sul podio. È stata una grande soddisfazione personale, anche perché ho capito che alle persone interessa ciò che scrivo. Scrivere è una passione che coltivo fin da piccola. C’era un limite di parole da mettere giù con 4 ore a disposizione e ce l’ho fatta tranquillamente. Il latino mi ha aiutato tanto soprattutto nelle prime due prove dove c’erano da svolgere esercizi di grammatica. Da grande mi piacerebbe tanto scrivere».

«Nello studio della grammatica italiana», ha commentato Simona D’Angelo, professoressa della studentessa, «mi servo sempre del supporto del latino, che è alla base della nostra lingua, e con questo approccio i ragazzi hanno una visione più completa della struttura della frase e nello stesso tempo riescono meglio a giocare con i tempi verbali nella strutturazione dei testi coesi e organizzati».

La preside Irma D’Amico si è detta «soddisfatta perché l’iniziativa rientra nell’ambito dei progetti dell’area della valorizzazione delle eccellenze, tesi a orientare studenti e studentesse nella ricerca dei loro talenti e a riconoscerne le capacità in tutti gli ambiti. La competizione con studenti di altre scuole, affrontata nelle diverse Olimpiadi scolastiche cui la scuola aderisce annualmente, diventa uno stimolo per confrontarsi e crescere. Il Liceo scientifico si conferma una scuola che fornisce una preparazione approfondita sia sul piano umanistico e sia su quello scientifico. Congratulazioni alla studentessa e alla docente per il risultato brillante, nella ferma convinzione che la studentessa continuerà anche in futuro a distinguersi per la sua preparazione ampia e approfondita».

Il linguista Luca Serianni, dell’Accademia dei Lincei, ha espresso un elogio a Guardiagrele: «È bello vedere», ha detto, «come in un paese piccolo ci siano scuole che funzionano». (r.o.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: