attualità

Ex zuccherificio da abbattere: scatta il piano per la sicurezza 

ex-zuccherificio-da-abbattere: scatta-il-piano-per-la-sicurezza 

Alle 6.30 di domani la struttura di proprietà del gruppo Toto sarà buttata giù utilizzando l’esplosivo Chiuso l’asse attrezzato tra le uscite Piceno Aprutina e zona industriale, stop al traffico in via Piaggio 

di Arianna Iannotti

CHIETI. Piano di sicurezza pronto per far saltare in aria l’ex zuccherificio di via Piaggio. Ieri c’è stata l’ultima riunione tecnica, domani mattina ci sarà l’esplosione che metterà la parola fine all’ex zuccherificio e alla sua storia. Con l’auspicio, come sottolinea il sindaco Diego Ferrara, che il sito di 17 ettari torni presto a nuova vita. Di proprietà della ditta Alitec, società del gruppo Toto, lo stabile va abbattuto, spiega Alfonso Toto, per «ragioni di sicurezza». Quanto al futuro del sito, «stiamo analizzando una serie di possibili sviluppi per l’area ma, al momento, non c’è nulla di definito». Tra le varie possibilità in ballo c’è anche quella di realizzare nel sito un polo sportivo con campi di diverse discipline e negozi e servizi a sostegno.

L’ESPLOSIONE

L’operazione di abbattimento sarà condotta dalla ditta specializzata Nitrex. L’ex zuccherifico salterà in aria tra le 6 e le 9 di domani mattina. Secondo il cronoprogramma presentato dalla ditta Nitrex, la detonazione avverrà alle ore 6.30, pertanto la chiusura strade scatterà entro le ore 6, per finire a detonazione avvenuta e a bonifica delle strade interessate effettuata. Le operazioni saranno riprese dai droni e saranno trasmesse sul canale YouTube della ditta Toto.

LE CHIUSURE STRADALI

Le strade interessate dalle chiusure saranno via Piaggio, via Gelber e l’asse attrezzato nei tratti corrispondenti con l’area dell’ex zuccherificio. L’asse attrezzato sarà chiuso tra l’uscita Piceno Aprutina e quella di Chieti Scalo-Zona Industriale su entrambi i sensi di marcia. L’Anas provvederà alla materiale chiusura dell’arteria dal chilometro 0 all’uscita Piceno Aprutina in direzione Pescara, alla costituzione dell’uscita obbligatoria per il traffico proveniente da Pescara all’uscita Piceno Aprutina. In quest’ultimo ingresso provvederà anche a impedire l’ingresso sulla rampa Piceno Aprutina da via Giuseppe Toniolo. Via Marvin Gelber sarà chiusa da via Piaggio fino all’asse attrezzato. Via Piaggio sarà bloccata dall’incrocio con via Gelber alla rotonda di via Marcinelle. Verrà impedito inoltre l’accesso e l’uscita dalle attività commerciali e ricettive presenti nelle strade soggette alle chiusure, vale a dire il bar Ristofficina e il Parco Paglia.

GLI AVVISI

Le raccomandazioni del Comune sono quelle di non avvicinarsi all’area. «È sicuramente un avvenimento scenografico, ma la raccomandazione per tutti è quella di non andarlo a vedere», dice il sindaco Ferrara, «questa operazione ha una valenza positiva per la città, perché significa che il sito risorgerà sotto altra forma, ospitando degli investimenti da parte del privato che avranno ricadute sia in termini occupazionali che sociali e aggregative. Per tale ragione il Comune è pronto a fare la sua parte, agevolando i passaggi burocratici necessari a questo processo di trasformazione dell’area». Raccomandazioni anche da parte della comandante della polizia municipale Donatella Di Giovanni: «La polizia municipale con le forze dell’ordine assicurerà presenza, informazioni e massima collaborazione, perché tutto vada al meglio e nei tempi più brevi possibili. Chiediamo alla popolazione pazienza e attenzione, soprattutto di evitare di avventurarsi nelle aree interessate, cosa che non sarà possibile vista la presenza di un cordone importante di controlli. Chiederemo inoltre di non andare nelle attività commerciali nell’intervallo di tempo fra le 6 alle 9, al fine di evitare di rimanervi bloccati dentro fino alla fine delle operazioni».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: