pescara

Imprese e innovazione: al via dall’11 maggio il nuovo bando

imprese-e-innovazione:-al-via dall’11-maggio-il-nuovo-bando

PESCARA. Il prossimo 11 maggio sarà operativo il bando pubblicato dal Mise con una dotazione finanziaria di oltre 447 milioni di euro. L’Abruzzo è tra le regioni italiane quella che ha garantito il…

PESCARA. Il prossimo 11 maggio sarà operativo il bando pubblicato dal Mise con una dotazione finanziaria di oltre 447 milioni di euro. L’Abruzzo è tra le regioni italiane quella che ha garantito il più alto cofinanziamento di propria competenza, dando in questo modo alle aziende che aderiscono al bando e i cui progetti passeranno il vaglio del Ministero dello Sviluppo Economico la certezza di essere finanziate.

Soddisfatto l’assessore allo Sviluppo Economico, Daniele D’Amario, per la recente pubblicazione: «Si tratta di un importantissimo risultato, una risposta concreta alle esigenze delle imprese abruzzesi che hanno sempre creduto ed investito in questo strumento di sviluppo industriale e che richiede una forte e significativa presenza della Regione». Gli Accordi per l’innovazione, infatti, riguardano le attività di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale finalizzate alla realizzazione di nuovi prodotti, processi o servizi o al notevole miglioramento di prodotti, processi o servizi esistenti, tramite lo sviluppo delle tecnologie.

D’Amario sottolinea come la giunta Marsilio «dimostri il suo costante impegno e l’attenzione verso i settori industriali strategici. Le nostre imprese sono fortemente interessate a tale tipologia di accordi, poiché le innovazioni di processo e di prodotto garantiscono il costante miglioramento del fattore competitività e di quote di mercato, assicurando, al contempo, importanti ricadute occupazionali sul territorio regionale».

Il cofinanziamento, già garantito dalla regione Abruzzo, inoltre, permetterà alle imprese selezionate dal Mise di accedere alle agevolazioni finanziarie in maniera celere, in coerenza con le esigenze del mondo produttivo che viaggia ad alte velocità, evitando passaggi burocratici che in passato hanno rallentato molto l’erogazione dei contributi. (c.s.)

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: