cronaca

Nuovo asfalto nel viale dell’omaggio a Pannella 

nuovo-asfalto-nel-viale dell’omaggio-a-pannella 

Il 27 è prevista la cerimonia di intitolazione, subito prima il manto verrà rifatto A giorni lavori anche in circonvallazione Spalato, poi toccherà alle frazioni

di Veronica Marcattili

TERAMO. A sei anni dalla scomparsa, Teramo rende omaggio a uno dei suoi figli più illustri: Marco Pannella. Il leader radicale è morto il 19 maggio 2016 e da subito in città, tramite l’associazione Teramo Nostra, si è levata la volontà di dedicargli uno spazio cittadino. Quello spazio è stato individuato nella strada che corre davanti ai giardini Ivan Graziani e alla scuola Noè Lucidi e che dal 27 maggio si chiamerà viale Marco Pannella. Ci sarà una cerimonia ufficiale alla quale il Comune ha invitato anche il presidente della Camera dei deputati Roberto Fico.

Per l’occasione il tratto di strada sarà sistemato: l’assessore alle manutenzioni Valdo Di Bonaventura ha pianificato lavori che vedranno la rimessa a nuovo dell’asfalto e dei passaggi pedonali. Un’attività che partirà a strettissimo giro, poiché va completata per la cerimonia, subito dopo gli interventi analoghi previsti per il fine settimana quando si interverrà in circonvallazione Spalato. Qui, nel tratto compreso fra il vecchio stadio comunale e la rotonda di porta Madonna, la società 2iRete Gas, che nella zona ha compiuto diversi lavori sulla propria rete, si occuperà del rifacimento del manto stradale avviando il cantiere sabato pomeriggio per completare l’opera entro domenica sera. «L’omaggio a Pannella lo avevamo annunciato e deliberato: ora prepariamo al meglio la cerimonia ripristinando quell’importante tratto davanti alla Noè Lucidi», spiega Di Bonaventura, «lungo la circonvallazione invece la società del gas procederà già nel fine settimana: si tratta di una strada altamente trafficata e che merita un asfalto nuovo. Per il resto continuiamo a lavorare al massimo per rispondere alle tante esigenze del territorio: sono ancora molte le strade in attesa di interventi e stiamo pianificando i prossimi passi», conclude l’assessore.

E i passi imminenti, decisamente attesi, sono quelli verso le frazioni: i tempi di avvio dei cantieri si sono dilatati ma l’amministrazione garantisce lo sblocco a breve anche perché i fondi ci sono. Gli uffici sono all’opera per predisporre la documentazione necessaria ad appaltare i lavori in diverse località, da Rapino a Mezzanotte, da Spiano a Forcella, da San Nicolò a Colleatterrato, passando per Villa Tofo, Caprafico, Villa Pavone. Per le frazioni ci sono a disposizione 1,9 milioni di euro: 1,3 sono fondi del Pnrr, la restante parte è stata stanziata dal Comune. Poi ci sono le emergenze del capoluogo, che vanno dalla strada che conduce verso l’ospedale Mazzini all’area del tribunale, da piazza Martiri pennesi a piazza San Francesco fino a Fonte Baiano. Solo per citare le situazioni più critiche. Molti interventi sono stati eseguiti nei mesi scorsi ma tanto c’è da fare. Con una variazione di bilancio da un milione, che arriverà in consiglio a fine mese, l’assessore conta di poter intervenire prioritariamente nelle vie Flaiani, San Marino, Orto agrario, Barnabei e Fonte Baiano.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: