attualità

Nuovo parroco per la cattedrale: Di Sipio lascia, al suo posto Iarlori 

nuovo-parroco-per-la-cattedrale: di-sipio-lascia,-al-suo-posto-iarlori 

L’arcivescovo Forte ufficializza tutte le decisioni per la diocesi in occasione della festa per il patrono Il neo incaricato a San Giustino arriva dalla parrocchia di San Vito, il cambio in vigore dal 1° agosto

di Arianna Iannotti

CHIETI . Nel giorno della festa di San Giustino, patrono di Chieti, viene ufficializzato il nome del nuovo parroco della cattedrale teatina. L’attuale, monsignor Nerio Di Sipio, deve lasciare l’incarico per motivi di età e di salute, ma resterà parroco emerito della cattedrale. Al suo posto l’arcivescovo Bruno Forte ha indicato monsignor Fabio Iarlori, che lascerà la parrocchia dell’Immacolata Concezione di San Vito. Le nomine sono state ufficializzate ieri e saranno in vigore dal 1° agosto. Anche a San Salvo monsignor Mario Pagan, parroco della chiesa della Resurrezione di Nostro Signore Gesù Cristi alla Marina, lascia per sopraggiunti limiti di età: gli succede don Ambrosius Petroni, della diocesi di Tuticorin (India), gemellata con quella teatina. A Vasto va via don Gianfranco Travaglini, parroco della concattedrale di San Giuseppe, che lascia l’incarico per assumere quello di educatore al seminario regionale di Chieti; al suo posto arriva il direttore della Caritas diocesana don Luca Corazzari che, nell’assumere l’incarico, lascerà il servizio in seminario ma manterrà la direzione della Caritas.

Nella parrocchia di San Paolo di Vasto, in aiuto al parroco, arriva il nuovo sacerdote don Daniele Di Michele. A Fresagrandinaria e Lentella don Simone Calabria lascia le parrocchie del Santissimo Salvatore e di Santa Maria Assunta e diventa parroco a San Vito, nella chiesa dell’Immacolata Concezione rimasta vacante dopo il nuovo incarico affidato a monsignor Iarlori.

Don Joseph Xavier Raj Savarumuthu, della diocesi di Tuticorin, lascia il servizio di vicario cooperatore della parrocchia di San Paolo Apostolo a Vasto per assumere la guida pastorale delle parrocchie di Fresagrandinaria e Lentella. A San Lorenzo Martire di Rapino arriva don Shelly Ambrose, della diocesi di Kuzhithurai, in India. Mentre a Francavilla don Giovanni Boezzi diventa vicario cooperatore della parrocchia dei Santi Angeli Custodi. A San Giovanni Teatino a don Giuseppe Petrongolo, che si è dimesso da parroco di San Giovanni Evangelista, succede monsignor Massimo D’Angelo, il quale però resta parroco di San Rocco a Sambuceto. A Civitella Messer Raimondo va via don Ignazio Amaladas, della diocesi di Tuticorin, che torna in India; al suo posto arriva don Joseph Arul Sahayam, della stessa diocesi, che però non lascia la parrocchia di San Nicola di Bari a Taranta Peligna. A Torrevecchia Teatina arriva, come cooperatore del parroco, il teatino don Gianni Di Felice, sinora missionario in Cina, dove però non gli è consentito di rientrare; sarà anche il punto di riferimento delle comunità neocatecumenali teatine di Madonna degli Angeli. Don Giuseppe De Vito lascia la parrocchia di San Biagio di Vacri e diventa vicario parrocchiale a Sant’Agostino a Chieti; al suo posto a Vacri arriva don Antonio Santoleri che lascia la parrocchia di Santa Maria Assunta a Giuliano Teatino. Qui, a novembre, arriverà don Jegadeesh Jerald, che verrà ordinato sacerdote il prossimo 2 ottobre. Stessa tempistica anche a Roccascalegna, dove dal primo novembre arriva don Elson Jerald Mathavadiyan che sarà ordinato sacerdote il 2 ottobre.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: