cronaca

Colpi di spranga contro i portali del Duomo e Battistero: una denuncia per danneggiamento

colpi-di-spranga-contro-i-portali-del-duomo-e-battistero:-una-denuncia-per-danneggiamento

Ennesimo gesto scellerato ai danni del Duomo e del Battistero di Parma: nella serata di venerdì, intorno alle 19.30, mentre moltissime persone passeggiavano e sostavano in piazza, all’improvviso una persona, armata di spranga, ha preso di mira i portali dei due luoghi religiosi e ha iniziato a colpire le porte chiuse con movenze marziali.

Sono arrivate segnalazioni agli agenti che hanno iniziato da subiti le indagini del caso e sabato alle 12 l’autore del danneggiamento, C.M. le iniziali, è stato fermato nel parco Ducale da una pattuglia della polizia locale ed è stato condotto nel comando di strada del Taglio per l’identificazione e il deferimento all’autorità giudiziaria per danneggiamenti.

Si tratta di una persona già nota alla polizia locale in quanto qualche anno fa è stato arrestato dal personale perché sorpreso a spacciare vicino al liceo ArtisticoToschi.

Sono in corso le indagini per comprendere le ragioni, se esistono, di questo ennesimo folle gesto dopo quello che pochi giorni ha visto un’altra persona gettare del liquido sui portali.

“Un sentito ringraziamento alla polizia locale che in tempi rapidi ha assicurato alla giustizia quello che dovrebbe essere il responsabile del nuovo assurdo assalto ai portali del Duomo e del Battistero. Solidarietà al Vescovo ed alla Diocesi di Parma ma anche a tutti noi parmigiani per questo ulteriore attacco alla nostra plurimillenaria tradizione culturale, artistica e religiosa”, commenta la Lega di Parma. “C’è comunque da chiedersi il perché nel giro di pochi giorni sono stati perpetrati due danneggiamenti a luoghi di religione e di arte così importanti e studiare ulteriori contromisure per impedire che si ripetano”.

“Il nuovo episodio  di danneggiamento dei nostri Duomo e Battistero rappresenta una fatto grave e inquietante. Dobbiamo tutti impegnarci per tutelare ancora di più i nostri monumenti di inestimabile valore e i  luoghi cari alla comunità cristiana così come a tutta l’umanità. Visto il ripetersi di queste situazioni, occorrerà pensare, con un’intesa tra tutti i livelli istituzionali locali e anche nazionali, a come garantire una vigilanza più assidua di Piazza Duomo”, propone Sandro Campanini, consigliere comunale gruppo del Partito Democratico.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: