cronaca

Sisma all’Aquila, si chiuse in casa perché rassicurato dal governo e morì. Ora risarciti i parenti per 320mila euro

sisma-all’aquila,-si-chiuse-in-casa-perche-rassicurato-dal-governo-e-mori.-ora-risarciti-i-parenti-per-320mila-euro

La condanna della presidenza del Consiglio dei ministri a un risarcimento di 320mila euro è stata sentenziata in questi giorni al termine di una udienza cominciata anni fa dai familiari di un 44enne, morto a causa del crollo della sua casa durante il sisma dell’Aquila, che si erano rivolti al giudice ritendendo responsabile lo Stato del decesso del parente.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: